Tags | interviste

Alcune buone ragioni per rimettersi a studiare


Immagine

In memoria di Tullio de Mauro, scomparso il 5 gennaio scorso. Lo ricordiamo con commozione, ricordando l’intervista che ci ha regalato.
____

Post dello scorso ottobre 2014

La prima buona ragione è che la crisi non è solo economica, ma culturale sociale, antropologica. Ambientale. Ma se ne parla come se fosse qualcosa al di fuori di noi, una cosa che capita accidentalmente e che subiamo. Se ne parla come l’automobilista che nel traffico cittadino impreca contro gli altri automobilisti rei di non facilitargli la vita con la loro presenza. E se si fosse anche noi a provocarla la crisi, invece che subirla, con stili di vita, di pensiero e organizzazioni inadeguate al ben vivere?

La seconda buona ragione è che non è possibile non avere/essere una cultura. In Coop stiamo progressivamente perdendo consapevolezza di quale sia la nostra. Penso che non riflettere, non mettere mano, non considerare tempo utile la manutenzione della propria cultura possa essere catalogato come suicidio.

La terza buona ragione è di carattere ambientale. Siamo dentro una catastrofe dovuta a cambiamenti climatici che chiunque di noi non sia distratto può agevolmente riconoscere. Eppure continuiamo a parlare di rilancio di consumi o di piani industriali con gli stessi criteri che ci hanno portato sin qui. I criteri novecenteschi con cui valutiamo economia e politica, tra cui destra e sinistra, sono oggi irrealistici. Oggi dovremmo chiederci se la politica e l’economia, se le nostre imprese, favoriscono e conservano la vita e i legami sociali oppure distruggono entrambi. Leggi il seguito

Pubblicato in Blog - Commenti (0)