Tags | dirigenti

“Oltre il confine” Viaggio nel mondo del management che pensa


Manifesto

Che cos’è un confine?

Un modo per dividere il mondo tra noi e loro.
Una buona occasione per litigare.
Il piacere della scoperta
Un’occasione per guardare più in là
Il presupposto per una prigione
Un modo per stare bene con gli altri
Un gioco
Il presupposto per l’esclusione
Il presupposto per l’inclusione
La giusta distanza tra le persone
Il vero centro del mondo.

Leggi il seguito

Pubblicato in Blog Gruppi al lavoro Oltre il confine - Commenti (0)

Panopticon


Pubblicato da Enrico Parsi

Da tempo stiamo riflettendo su come gli spazi, le procedure, i sistemi premianti, in altri termini e in generale i disegni organizzativi, non si limitino a contenere i comportamenti umani, ma li producano e insieme ad essi producano culture e visioni del mondo che poi si cristallizzano con qualche problema di adeguatezza al mutare dei tempi e delle situazioni. Da tempo cerchiamo di riflettere, consapevoli della delicatezza dell’argomento, sul fatto che alcune costanti di qualsiasi organizzazione, come la gerarchia, certi sistemi di valutazione, determinati spazi fisici, spesso simili che si tratti di una scuola elementare, di una fabbrica, di un reparto dell’esercito o di una associazione di volontariato, possono costituire più di una delle ragioni della crisi antropologica in cui siamo immersi: ragioni che ci interrogano sul rapporto tra autorità, autorevolezza e  autoritarismo e sul disagio diffuso in luoghi che potrebbero e dovrebbero essere invece luoghi della fiducia, della socialità, dell’origine e dello sviluppo dei talenti.

Due libri aiutano a comprendere da dove provenga, al contrario, una idea letteralmente ingabbiata dei rapporti tra le persone. E di come l’utilitarismo e l’idea di profitto, generalizzati sino a diventare patologie sociali e politiche, abbiano pervaso anche mondi che sulla carta si candidavano ad essere sostanzialmente diversi e lontani da forme di autoritarismo che hanno avuto successo forse proprio grazie alla loro banalità: pensieri maneggevoli e a basso costo intellettuale, come certe categorie di governanti (i dirigenti del fare) prediligono. E non è un caso che tutti e due i testi muovano da un interesse per i temi del controllo e della punizione nei loro luoghi istituzionali: le prigioni.

Accedi per continuare a leggere il post

Pubblicato in Blog Libri Recensioni - Commenti disabilitati su Panopticon

Laboratorio per dirigenti alla Sicurezza: alcune considerazioni


Pubblicato da Daniela Regnicoli

Qualche giorno fa sono terminati  i quattro laboratori per la formazione dei dirigenti della sicurezza promossi e organizzati – insieme – dalla Commissione Nazionale Salute e Sicurezza  (coordinata da Gianna Peruzzi) e da Scuola COOP (Daniela Regnicoli e Camilla Boldrini).

Oltre 80 dirigenti (provenienti da Coop Centro Italia, Coop Estense, Coop Nord Est, Unicoop Firenze, Unicoop Tirreno e CCNA) hanno partecipato a questa iniziativa, articolata in due giornate. Il gradimento e gli apprezzamenti positivi dei partecipanti sono stati costanti e convinti e questo ci spinge ad alcune considerazioni di merito e di metodo, sicure di offrire così spunti interessanti e utili.

Tema centrale del laboratorio è l’esercizio del ruolo di dirigenti o di datori di lavoro per il raggiungimento degli obiettivi della politica aziendale della sicurezza.

Accedi per continuare a leggere il post

Pubblicato in Blog - Commenti disabilitati su Laboratorio per dirigenti alla Sicurezza: alcune considerazioni