Categorie | Blog

Parole a distanza – Francesco Varanini, Nicoletta Gava e Giovanni Roncucci

Scuola Coop propone altre tre interviste dalla sua playlist Parole a Distanza, che raccoglie contributi di consulenti e studiosi con cui ha collaborato nel corso del tempo, per riflettere sulla situazione attuale secondo la materia e i temi trattati da ciascuno di loro.

Francesco Varanini, scrittore, etnografo, consulente, esperto di tematiche organizzative e digitali, ci dà la sua lettura su ciò che sta accadendo e su ciò che potrebbe accadere. Nell’intervista si affrontano i temi del management e dell’organizzazione – sia del lavoro che della società. Inoltre, Varanini ci propone un’importante riflessione sul digitale: cosa significa oggi collaborare con le macchine? Come ci si può affrancare da una “casta” di tecnologi che tenta di determinare un certo tipo di futuro? E soprattutto, come può l’essere umano cambiare le cose?

Nicoletta Gava, psicologa psicoterapeuta, ci racconta come abbiamo affrontato l’emergenza, su quali risorse abbiamo fatto affidamento e come stiamo ricreando nuovi equilibri personali e professionali.

La spinta al cambiamento impressa dall’emergenza che stiamo attraversando invita le imprese e ripensarsi, a trovare nuovi driver di sviluppo, a investire sulle competenze interne. Il punto di vista di Giovanni Roncucci, consulente per l’internazionalizzazione e le imprese, formatore.

 Iscriviti al canale YouTube di Scuola Coop per tutti gli aggiornamenti!

This post was written by:

- who has written 18 posts on Scuola Coop Montelupo.


Contact the author

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.

Parole a distanza


Scuola Coop propone delle interviste ai consulenti e agli studiosi con cui ha collaborato nel corso del tempo, per riflettere sulla situazione attuale secondo la materia e i temi trattati da ciascuno di loro. Abbiamo provato a farci raccontare come i diversi saperi si interrogano su quanto sta accadendo, quali prime riflessioni si alimentano verso un futuro che ancora non si sa quanto prossimo.