ScuolaCoop

I Corsi di Scuola Coop

Questa è la pagina dei Corsi di Scuola Coop. Le attività sono rivolte a chi lavora in Coop. Per maggiori informazioni scrivete a segreteria@scuola.coop.it e agli uffici di formazione della vostra cooperativa.

Immagini di Fabrizio Silei

Clicca qui per la Versione stampabile

PERCORSI

I Percorsi sono attività di più moduli rivolte a popolazioni ampie e non sempre omogenee per ruolo. La sezione include sia proposte nuove che alcune attività storiche della Scuola. La caratteristica che accomuna i Percorsi è quella di essere divenuti, nel tempo, dei veri e propri laboratori, capaci di rispondere alle esigenze formative dei gruppi che si creano, intrecciando il programma predefinito con i temi e i contenuti che emergono dal lavoro in aula con i partecipanti.

Le proposte qui presentate rispondono a due sostanziali esigenze delle organizzazioni del nostro sistema: contribuire allo sviluppo professionale dei partecipanti e al tempo stesso favorire cultura interfunzionale e prospettiva di innovazione. Le varie esperienze accumulate, permettono a Scuola Coop di costruire su solide fondamenta la progettazione, favorendo un equilibrio dinamico tra le novità di contenuto e di metodo da una parte e argomenti ormai classici dall’altra.

In queste attività, le più lunghe come numero di giornate e arco temporale, l’obiettivo di costruire e valorizzare la propria crescita professionale si realizza all’interno di un contesto relazionale in cui i saperi soggettivi e organizzativi dei singoli possono essere messi a disposizione di tutto il gruppo: non viene proposta una formazione “accademica” ma si studiano sistemi e attività a partire dalla nostra specifica realtà economica, sociale e valoriale.

Master capi negozio

Il Master Capi Negozio favorisce la sistematizzazione delle esperienze individuali dei partecipanti in un quadro gestionale complesso come quello dei punti vendita Coop. La condivisione del percorso con colleghi di altre cooperative, testimoni di diverse realtà organizzative, offre uno spettro di analisi e riflessione unico che trova una sintesi alta nei valori Coop.

Le aree al centro dell’attenzione, all’interno della cornice di riferimento del sistema Coop, sono: l’identità del ruolo in cooperativa, la conduzione e lo sviluppo del personale, l’analisi e la comprensione dei comportamenti di acquisto dei clienti, gli strumenti della gestione economica del punto vendita.

Le metodologie didattiche si basano su analisi di casi reali, esercitazioni, giochi didattici, proposte progettuali, visite guidate a strutture eccellenti.

Sono previsti inoltre seminari e testimonianze aziendali.

Destinatari

Direttori di punto vendita

Durata

15 giorni

5 moduli di 3 giorni ciascuno

Docenza

Scuola Coop, Società di Consulenza, Testimonianze di Sistema

Parole chiave

Cooperazione, analisi, proposte, scambio, gestione, relazione, numeri, mercato, gioco, attivazione, vendite, prodotto a marchio, organizzazione, mestiere, progetti, ruolo

Artigiani della complessità

Visto il titolo non esplicativo proviamo subito a dissolvere i dubbi: l’obiettivo che ci poniamo è aumentare la capacità di analisi e di proposta di chi opera come responsabile di un punto vendita. In Artigiani della complessità sono presenti molte delle caratteristiche metodologiche che hanno rappresentato in questi anni il modo di proporre formazione, o forse apprendimento, di Scuola Coop.

C’è l’idea di artigianalità, nell’accezione della passione per il lavoro ben fatto, che ha bisogno di attenzione personalizzata. Questo tipo di sapere non può essere preso, o comperato, in un pacchetto serializzato. Quindi è importante valorizzare il contributo della singola organizzazione o della singola persona, utilizzando una base metodologica condivisa. Questo non significa rinunciare ad una base metodologica condivisa, tutt’altro: è solo da tale condivisione, infatti, che si può valorizzare il contributo della singola organizzazione o della singola persona.

C’è l’idea di complessità, che applicata alle organizzazioni potrebbe essere intesa così: il massimo del risultato lo possiamo raggiungere solo grazie alla discrezionalità delle persone “in periferia”. Non si può pensare che un centro, per quanto illuminato, possa reggere  da solo il peso della complessità nella quale ci ritroviamo a navigare. Ci vogliono periferie (per noi i punti vendita?) attive, intelligenti, connesse e cooperanti. In una parola: “artigiane”.

Come si traduce tutto questo in un percorso di formazione? E a cosa serve concretamente?

La proposta che formuliamo è volta a valorizzare al meglio “la capacità di fare con sicurezza e precisione, la conoscenza pratica combinata con la capacità riflessiva”. Questa definizione, che oggi traduce il termine skill, riprende in realtà l’originale significato che si dava al termine arte: teoria e pratica che si combinano per dare alla luce il meglio delle nostre potenzialità.

In termini organizzativi significa riempire al meglio quell’area di discrezionalità che è propria di ciascun ruolo e che, se non debitamente coltivata, corre due rischi: da una parte sfociare verso un’anarchia sterile e controproducente; dall’altra alimentare la passività, che non è meno dannosa. Concretamente ci faremo suggerire dalle diverse Direzioni delle Cooperative alcune tematiche, siano esse di carattere commerciale, organizzativo o sociale, che diventeranno l’oggetto posto all’attenzione del gruppo.

Questo input farà da cornice allo sviluppo della progettualità, con il supporto di docenti, esperti e testimoni. Il metodo proposto attinge dalle logiche della risoluzione dei problemi e della strutturazione di progetti. Prevede definizione del contesto, raccolta di informazioni, ricerca, lavoro in gruppo, analisi e interpretazione dati, emersione idee, strutturazione proposte, presentazione.

Destinatari

Direttori di punto vendita

Durata

3 moduli da 2 giorni. Più 1 giornata intermodulo di progettazione.

Docenza

Scuola Coop, Società di Consulenza, Testimonianze di Sistema

Parole chiave

Cooperazione, analisi, proposte, scambio, gestione, relazione, numeri, mercato, attivazione, vendite, organizzazione, mestiere, metodo, progetto, discrezionalità

Cittadinanza Cooperativa

Il percorso è rivolto a chi – nel proprio sviluppo professionale – cerca un contesto di riflessione e apprendimento in cui si riempia di senso la “cittadinanza cooperativa”, cioè l’agire consapevole delle persone che lavorano all’interno delle nostre organizzazioni.

La cittadinanza cooperativa è, nella nostra accezione, la cultura che ci accomuna, l’appartenenza che ci motiva, ma anche una visione del futuro.

Per questo percorso non pensiamo a una proposta monolitica e pre-confezionata. Al contrario: siamo pronti a cogliere quanto emergerà dal gruppo e ad accogliere le varianti –  la famosa biodiversità che rafforza la specie.

Quali buone pratiche tengono assieme benessere delle persone, sostenibilità economica e sostenibilità ambientale? Quali relazioni ha senso instaurare con le realtà emergenti di innovazione sociale e con gli attori del territorio che hanno aspettative nei confronti di Coop? Queste alcune delle domande guida.

Abbiamo provato a mettere insieme, e successivamente selezionare, tutto il bagaglio di esperienze e di studio accumulato negli ultimi anni grazie alla frequentazione di studiosi del calibro di Luigino Bruni, Miguel Benasayag, Alberto F. De Toni, Adriano Zamperini, Francesco Varanini e altri. Con loro abbiamo realizzato seminari e gruppi di studio, i cui contenuti meritano di essere messi a disposizione e fatti circolare. La nostra ambizione, con questo percorso, è quella di diffondere, far conoscere, declinare nel nostro mondo e nei contesti che ci sono vicini le loro idee e le proposte, mettendo a fuoco i collegamenti – densi e molteplici – che esistono tra i vari autori.

Inoltre inviteremo di persona, come nella prima edizione, il Prof. Stefano Tomelleri, sociologo dell’Università di Bergamo e la Prof.ssa Elena Granata, urbanista del Politecnico di Milano.

Tutto questo intreccio di idee e stimoli troverà poi una prima sedimentazione in una proposta progettuale elaborata dai partecipanti, declinare le logiche e le pratiche di cooperazione (sia all’interno dei confini organizzativi che oltre) contando su una ricchezza di punti di vista realmente ampia.  

Destinatari

Responsabili di tutte le funzioni. Il percorso è indicato per chi ha già frequentato i nostri Master, i seminari e i gruppi di studio. Di interesse per chi opera nell’Area Soci e per i Responsabili di punto vendita

Durata

8 giorni

4 moduli di 2 giorni ciascuno più eventuale lavoro di intermodulo per la presentazione dei progetti

Docenza

Scuola Coop, Consulenti Esterni, Testimonianze interne ed esterne a Coop

Parole chiave

Identità, appartenenza, cooperazione, ricerca, economia civile, complessità, progetti, responsabilità, motivazione.

La gestione dei progetti

Nelle nostre cooperative, e anche a livello di sistema, sono frequenti progetti che vedono la partecipazione di diverse funzioni. Il Project Management, in senso tecnico, è l’insieme delle metodologie che permettono a ogni livello di pianificare, gestire e raggiungere gli obiettivi legati alle attività straordinarie: nuove aperture, ristrutturazioni, aggiornamenti nei sistemi informativi, logistici ecc.

Nel corso affronteremo il tema degli equilibri interni alle organizzazioni, dato che i gruppi di progetto tradiscono la tradizionale organizzazione gerarchico-funzionale dell’impresa. Il corso è rivolto ai Project Manager ed è finalizzato a sviluppare le dimensioni fondanti del ruolo, ma in generale è utile a tutti coloro che lavorano in gruppo. Offre la possibilità di sperimentare differenti stili comunicativi utilizzabili nel team, modalità di facilitazione del lavoro di gruppo, metodi di mediazione e negoziazione delle istanze individuali.

Fornisce d’altra parte un quadro metodologico e una gamma di strumenti di supporto alla pianificazione e alla gestione delle attività.

La metodologia didattica privilegia esercitazioni basate su casi aziendali reali e approfondimenti sui casi proposti dai partecipanti con un approccio consulenziale.

Destinatari

Tutti coloro che vengono coinvolti in gruppi di progetto aziendali e interaziendali

Durata

6 giorni

3 moduli di 2 giorni ciascuno

Docenza

Giovanni Roncucci, Cinzia Garetto

Parole chiave

Organizzazione, gruppo di lavoro, attivazione, innovazione, obiettivi, metodo, business plan

La gestione dei conflitti

I conflitti sono parte della nostra vita, personale e professionale. Avvicinarsi ad essi attraverso strumenti cognitivi rigorosi può aiutare a non subirli.

L’attività si muove su due binari:

I due binari corrono paralleli, a volte si intersecano, talvolta coincidono.

In ogni caso è necessario prenderli in considerazione contemporaneamente.

Attraverso una metodologia articolata in più fasi, i partecipanti imparano a riconoscere gli elementi in gioco in un conflitto e a ipotizzare possibili interventi.

Le riflessioni che si sviluppano attraverso la visione di filmati, commenti, letture e narrazione di casi esemplificativi, si alternano ad un lavoro su casi professionali e personali che costituiscono una parte importante dell’attività d’aula.

I concetti che vengono affrontati riguardano le dimensioni utili alla comprensione di una organizzazione complessa.

Destinatari

Tutte le funzioni aziendali

Durata

6 giorni

3 moduli di 2 giorni ciascuno

Docenza

Nicola Naddi

Parole chiave

Conflitto, comunicazione, negoziazione, assertività, emozioni

In Corso d'Opera

In Corso d’Opera richiama l’immagine di chi sta costruendo, il proprio percorso professionale ma anche il futuro della Cooperazione. Il percorso è rivolto a ruoli di responsabilità.

Quali gli obiettivi formativi?

Da un lato quello di attribuire un senso condiviso all’essere responsabili nella propria Cooperativa, mettendo in comune e in discussione le pratiche organizzative correnti e dando corpo a uno stile cooperativo di conduzione dei gruppi. Il percorso insisterà in questo senso sulla consapevolezza della cultura organizzativa, un elemento che ognuno contribuisce a definire, con i comportamenti e le scelte quotidiane.

La prima parte del percorso è dedicata allo studio delle organizzazioni e ai cambiamenti che scaturiscono dal contesto attuale: la ricerca di un equilibrio tra complessità interna ed esterna, i modelli organizzativi e le forme di gestione, le dinamiche di relazione e la cultura della leadership.

Dall’altro lato il percorso apre scenari ed esplora i temi di confine per le Cooperative. Alcuni dei singoli moduli trattano temi non ancora di ordinaria amministrazione ma di cui si intuisce la centralità nel futuro prossimo. Queste tematiche hanno bisogno per loro natura sia di una revisione costante, capace di intercettare realmente gli snodi di cambiamento più significativi per le imprese, sia di una forte contestualizzazione che renda immaginabile e percorribile uno sviluppo all’interno delle nostre organizzazioni.

Infine caratterizzano il percorso moduli trasversali e fondamentali per i ruoli di responsabilità, che vertono sulla lettura dei risultati e delle strutture organizzative.

Docenti universitari, consulenti e formatori saranno supportati nella docenza da casi e testimonianze sia interne a Coop che provenienti dal mondo esterno.

Destinatari

Ruoli di responsabilità

Durata

16 giornate, 8 moduli da due giornate

Docenza

Scuola Coop, Società di consulenza, testimonianze di sistema

Parole chiave

Organizzazione, ruoli, leadership, innovazione, cambiamento, progetti

CORSI

In questa sezione si trovano le attività che si articolano in due giorni e toccano temi trasversali, basilari nel lavoro di chiunque, a prescindere dal ruolo.

Si tratta di proposte che approfondiscono il concetto di relazione da prospettive diverse: la leadership, le dinamiche di gruppo, la comunicazione, l’organizzazione e la gestione. Sono tutte tematiche che riguardano il nostro stare con gli altri e che, talvolta, necessitano di essere trattate in modo mirato per comprendere meglio alcuni aspetti di comportamenti e fenomeni di contesto che interessano il nostro quotidiano e le abilità professionali su cui stiamo lavorando.

I corsi sono un’occasione per accrescere la propria consapevolezza, acquisire strumenti e metodi d’uso quotidiano, riflettere sui fenomeni che interessano le nostre organizzazioni in un contesto che favorisce una momentanea presa di distanza dai modi abituali di lavorare, lo scambio di esperienze e il tempo per riflessioni e attività che agevolano l’apprendimento.

Comincio da capo

Chi è chiamato a guidare un gruppo di lavoro ricopre un ruolo delicato e fondamentale: orientare il gruppo nel realizzare risultati di qualità̀, costruire un contesto aperto in cui non manchino il sostegno, l’esempio e sia favorita la partecipazione di tutti.

Questo corso propone di lavorare sulle capacità di guida e direzione di capi da poco in ruolo, attivando le aree di interesse di ognuno per consolidare la consapevolezza di sé e affrontare la quotidianità con le sue fasi più stressanti e gli eventi non previsti, per valorizzare il portato relazionale di ogni gruppo tale da permettere di coinvolgere i propri collaboratori delegando loro responsabilità e definendo percorsi di crescita professionale.

I partecipanti sperimentano così le varie dimensioni relative al ruolo di direzione, apprendendo comportamenti che consentano di equilibrare e integrare obiettivi economici, organizzativi, relazionali e di sviluppo della squadra, in coerenza con il contesto cooperativo.

La metodologia formativa è attiva ed esperienziale, i partecipanti sono coinvolti in un processo che valorizza anche la “famiglia professionale” dei responsabili, integrandone le differenze (di età e anzianità professionale, di conoscenze ed esperienze, di genere e cultura). Il lavoro in aula prevede la combinazione di strumenti e tecniche manageriali e sperimentazioni derivate da varie discipline (per es. quelle espressive come il teatro, l’arte, la scrittura).

Destinatari

Neo o futuri responsabili di gruppi di lavoro

Durata

3 giorni

1 modulo da 2 giorni più 1 giorno

Docenza

Alberto Robiati

Parole chiave

Guida, organizzazione, motivazione, fiducia, delega, collaborazione

La collina delle meraviglie: valorizzare i collaboratori

La collina delle meraviglie esiste davvero. È un promontorio che guarda verso Firenze dove ha sede l’ANFFAS, l’associazione nazionale delle famiglie di persone con disabilità psichiche.

E le meraviglie sono quelle che ciascuno di noi sceglie di scoprire. Sì, perché questa proposta non risponde esattamente ai canoni tradizionali di un corso: c’è un docente, ci sono i partecipanti e ci sono i contenuti formativi, ma c’è molto altro e molto di più.

I due giorni all’ANFFAS sono un vera e propria esperienza di scoperta e autoapprendimento immersi pienamente nella vita di un’organizzazione diversa dalla nostra, un’associazione che si occupa di persone con disabilità socio relazionali, che offre la possibilità di riflettere in maniera inedita su concetti fondamentali che spesso ci sembrano logorati dalla quotidianità: fiducia, ascolto, comunicazione, coinvolgimento, motivazione ma anche obiettivi, risultati, tempi, regole, limiti.

Una pluralità di temi che emergono dal lavoro di osservazione, ricerca e riflessione che i partecipanti sono chiamati a fare: guardare così da vicino la vita di un’organizzazione consente di riflettere sulla propria, sul proprio ruolo e mestiere abbattendo le naturali difese, assumendo punti di vista diversi dal proprio e rompendo gli schemi abituali.

Non sarà un’esperienza da fare in solitaria ma piuttosto un processo di consapevolezza che matura nell’incontro e nello scambio con gli altri: gli ospiti dell’ANFFAS e gli assistenti che lavorano con loro, i responsabili della struttura e i colleghi delle diverse Cooperative che parteciperanno al corso. La guida del docente aiuterà ad elaborare l’esperienza vissuta facilitando la costruzione di ponti cognitivi e, perché no, operativi con il vissuto professionale.

Per chi ha voglia di interrogarsi, di prendersi cura di sé e degli altri, proprio quelli con cui condividiamo il nostro quotidiano lavorativo.

Destinatari

Responsabili di gruppi di lavoro

Durata

2 giorni

Docenza

Scuola Coop

Parole chiave

Comunicazione, motivazione, ascolto, collaborazione, empatia, pensiero laterale, riflessione sui ruoli

La comunic-azione

Ogni nostro gesto, parola, azione, comunica. Anche un silenzio comunica in modo eloquente, e perfino la durata di una pausa. Cosa comunichiamo dipende da noi, cioè dalle intenzioni dell’emittente, ma in proporzione maggiore dalla lettura che del messaggio fanno i riceventi, ciascuno dotato di un proprio sistema nervoso e di un universo valoriale unico. Per non parlare di quanto contino il contesto, cioè l’ambiente fisico e immateriale, le culture, le convenzioni, e soprattutto la relazione esistente tra le persone che tentano di mettersi o sono in comunicazione.

Come ci si orienta nel dedalo della comunicazione interpersonale?

Queste due giornate, dal taglio esperienziale, aiutano chi muove i primi passi nella comprensione delle dinamiche comunicative e relazionali e forniscono elementi utili alla comprensione di buona parte dei conflitti che non riusciamo a comprendere usando il senso comune.

Destinatari

Tutte le figure aziendali

Durata

2 giorni

Docenza

Scuola Coop

Parole chiave

Guida, organizzazione, comunicazione, relazioni, consapevolezza, conoscenza di sé

Collaborare

Molte proposte formative sono rivolte ai responsabili di gruppi di lavoro. Riflettere sulle loro capacità di guida sembra essere un tassello importante per il funzionamento dei gruppi.

Questo corso sposta invece la prospettiva dal capo che guida il gruppo al collaboratore che ne fa parte.  Si lavora sulle sue esigenze e sulla comprensione dei  fattori che determinano la relazione che costruisce sia con il capo sia all’interno del gruppo.

Cosa potrebbe essere utile sapere per offrire un contributo professionale all’organizzazione e interagire meglio con il proprio responsabile?

Quali dinamiche condizionano il rapporto tra capi e collaboratori?

Il corso consente di sperimentare diversi stili di collaborazione e di esplorare le varie aree del ruolo, aiuta a riflettere sulle richieste organizzative e a trovare la propria sintonia lavorativa.

Attraverso giochi didattici e sperimentazioni sarà possibile sondare gli ambiti di autonomia nei quali riconoscere la peculiarità del proprio contributo e le leve di auto-motivazione. Elementi di consapevolezza particolarmente utili in contesti di cambiamento organizzativo.

Destinatari

Chi fa parte di gruppi di lavoro

Durata

2 giorni

Docenza

Francesco Muzzarelli

Parole chiave

Collaborazione, motivazione, relazione, autonomia

Lavorare in un’organizzazione che cambia

Ci piace o non ci piace? Siamo favorevoli o resistiamo? A ogni modo, quale che sia la risposta, con questa entità denominata “cambiamento”, bisogna farci i conti.

Ma in definitiva che cos’è questo cambiamento all’interno delle nostre organizzazioni?

Un nuovo organigramma, un nuovo ruolo, una nuova procedura o più semplicemente (?) le relazioni che ogni giorni si rinnovano all’interno del contesto nel quale operiamo?

C’è la possibilità di vivere con equilibrio e soddisfazione queste dinamiche professionali? E le emozioni negative come ansia e preoccupazione sono davvero dei mostri da scacciare o una parte inevitabile del nostro modo di prepararci e vivere il cambiamento?

Durante il corso i partecipanti acquisiranno elementi di teoria dell’organizzazione e approcceranno metodiche utili ad ottenere una maggior flessibilità cognitiva e una miglior capacità di concentrazione e pensiero strategico, abilità fondamentali per

ricostruire equilibrio e benessere e che possono essere allenate in totale autonomia.

Destinatari

Tutte le funzioni aziendali

Durata

2 giorni

Docenza

Nicoletta Gava

Parole chiave

Cambiamento, benessere, emozioni, consapevolezza

Alle radici dell’innovazione

Il corso si svilupperà a partire dalla storia artistica del Rinascimento fiorentino, periodo in cui famiglie, tra cui quella de’ Medici, offrirono a personaggi del calibro di Leonardo da Vinci, Michelangelo e molti altri, la possibilità di esprimere e sviluppare il loro genio creativo.

I Medici credettero in loro incoraggiandoli e sostenendoli moralmente ed economicamente. Assumendosi la responsabilità della buona riuscita delle loro opere, fecero sì che la vita e il lavoro di questi artisti diventassero parte integrante della cultura del tempo.

Lo scopo del corso è quello di lavorare sui temi legati alla propria responsabilità e all’assunzione del rischio, ma anche sulla fiducia, la delega e l’accettazione dell’errore.

Altra tematica importante è l’integrazione nel team per favorire la creatività. I Medici riuscirono a creare i presupposti e i contesti adeguati affinché personaggi molto “egocentrici” potessero raggiungere risultati di eccellenza.

Nel corso approfondiremo:

– lo sviluppo del pensiero creativo

– la capacità di vivere nell’incertezza e fuori da schemi rigidi

– l’utilizzo del pensiero creativo/innovativo per imparare a stimolare i propri collaboratori

– lo sviluppo delle abilità per riuscire a trasmettere alle persone fiducia e aiuto quando portano avanti l’innovazione

– l’integrazione nel team per lo sviluppo e l’implementazione dell’innovazione.

Destinatari

Tutte le funzioni aziendali

Durata

2 giorni

Docenza

Alessandro Rizzi

Parole chiave

Scoperta, innovazione, errore, rischio, cambiamento

La gestione del tempo nell’era della fretta

Ognuno di noi quotidianamente si confronta con l’impossibilità di fare tutto e gestire il tempo in modo efficace. Attraverso questo corso cerchiamo di mettere ordine nel “mondo che non sta più nelle agende”. Un’opportunità importante per valorizzare il tempo, rispettando noi e gli altri e migliorando la qualità del nostro lavoro e della nostra vita.

Nel corso approfondiremo:

– i vantaggi nella gestione del tempo

– l’efficacia e l’efficienza

– come definire i propri obiettivi e le priorità

– il quadrante del nostro tempo

– il metodo RAR

– come portare a termine le cose fondamentali e “buttare nel cestino” tutto ciò che non lo è

– i “rubatempo”

– come delegare con successo

Destinatari

Tutte le funzioni aziendali

Durata

2 giorni

Docenza

Francesco Gentili

Parole chiave

Gestione del tempo, organizzazione, metodo

Punto e a capo: la leadership esperta come strumento di guida del gruppo

L’attività nasce per offrire un spazio di approfondimento e confronto sul significato del ruolo e dell’attività di chi dirige, con lo scopo di “fare il punto”, dopo anni di attività in ruoli direzionali, e mettere in evidenza gli aspetti consolidati ed acquisiti del ruolo e quelli ancora in divenire.

Le due giornate sono rivolte a chi ricopre da tempo il ruolo di “capo”, assumendo responsabilità sui risultati o coordinando team e processi. In particolare, le giornate d’aula mirano a rinforzare le abilità di leadership, self-empowerment e padronanza di sé, ponendo l’attenzione sull’importanza strategica che ha la relazione diretta tra capo e collaboratori.

I partecipanti elaboreranno punti di vista diversi confrontandosi tra pari ruolo, allenando, tra le altre, la capacità di ampliare lo sguardo nella lettura del proprio contesto d’azione e dei fenomeni che in questo momento intuiamo essere quelli più determinanti per il prossimo futuro.

La metodologia formativa è attiva ed esperienziale. Il gruppo sarà coinvolto in un processo che valorizza anche la “famiglia professionale” dei responsabili, integrandone le differenze (di età e anzianità professionale, di conoscenze ed esperienze, di genere e cultura).

Destinatari

Capi d’esperienza

Durata

Due giornate

Docenza

Alberto Robiati

Parole chiave

guida, empowerment, obiettivi, resilienza

RI-CORSI

Le attività che insieme, nel tempo, abbiamo costruito e sperimentato sono state tante. Molte di queste sono state realizzate fino ad esaurimento della richiesta, altre, sono state sostituite da nuove proposte che ogni anno prendiamo in considerazione per il nostro Almanacco.

Ancora oggi però ci capita che venga richiesta l’attivazione di un corso non presente nell’indice perché particolarmente adatto a una situazione specifica o maggiormente efficace di altri nel trattare una tematica.

Spesso anche noi, nel riprogettare le nostre attività attingiamo a questo bagaglio di esperienze che non è dimenticato ma conservato, come tutte le cose che non vogliamo perdere perché prima o poi ci serviranno di nuovo.

Per questo abbiamo pensato di mettere in evidenza non solo quanto c’è di nuovo ma di rendere ancora disponibili tutte quelle attività che hanno funzionato e che costituiscono ancora oggi una valida alternativa e possono essere riattivate su richiesta.

Un’occasione non solo per ampliare il ventaglio di proposte offerte da Scuola Coop ma anche per lavorare in modo condiviso alla loro progettazione.

Attingere a Ri-Corsi offrirà a Scuola e alle Cooperative l’opportunità di lavorare su richieste specifiche, di costruire gruppi d’aula per singola Cooperativa o misti e di adattare al meglio l’attività scelta all’esigenza attuale, collaborando alla sua rimodulazione e progettazione.

Comunicare

In questa sezione si trovano le proposte più strettamente connesse a questa abilità personale, che è basilare nella vita e nel lavoro e di tutti quanti noi, a prescindere dal ruolo. Troverete sia corsi che insistono prevalentemente sulla consapevolezza delle dinamiche comunicativo-relazionali sia proposte che vertono su strumenti e metodi.

Orientare il gruppo

Iniziative che pongono l’enfasi sulla dimensione del lavoro di gruppo, modalità centrale per gran parte dei ruoli a cui ci rivolgiamo. Sono i corsi rivolti a chi conduce un gruppo o ne fa parte e a chi vuole raggiungere i propri obiettivi professionali attraverso la conoscenza, il coordinamento e la guida consapevole dei propri collaboratori.

Organizzare

Iniziative in cui emergono in modo netto i legami con alcuni degli snodi cruciali della vita organizzativa. Il tutto mai in chiave meramente tecnica, ma a partire da un lavoro di consapevolezza su contesti, relazioni e vincoli.

Per sé ma non solo

Sono le iniziative più legate alla conoscenza di sé e allo sviluppo personale in senso lato. In questa area alcuni dei titoli classici della formazione, che non perdono mai di valore e che ha senso anche rifrequentare a distanza di qualche tempo. Si tratta di percorsi brevi, di 2 o 3 giorni, che consentono una momentanea presa di distanza dai modi abituali di lavorare, regalandosi tempo per sé. A beneficio anche di colleghi e collaboratori.

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb3RhYmxlX2J1c2luZXNzX2hvdXJzPC9zdHJvbmc+IC0gYTo3OntzOjM6InN1biI7YTozOntzOjExOiJvcGVuaW5ndGltZSI7czo1OiIwOTowMCI7czoxMToiY2xvc2luZ3RpbWUiO3M6NToiMTc6MDAiO3M6NjoiY2xvc2VkIjtzOjE6IjEiO31zOjM6Im1vbiI7YTozOntzOjExOiJvcGVuaW5ndGltZSI7czo1OiIwOTowMCI7czoxMToiY2xvc2luZ3RpbWUiO3M6NToiMTc6MDAiO3M6NjoiY2xvc2VkIjtzOjE6IjAiO31zOjQ6InR1ZXMiO2E6Mzp7czoxMToib3BlbmluZ3RpbWUiO3M6NToiMDk6MDAiO3M6MTE6ImNsb3Npbmd0aW1lIjtzOjU6IjE3OjAwIjtzOjY6ImNsb3NlZCI7czoxOiIwIjt9czozOiJ3ZWQiO2E6Mzp7czoxMToib3BlbmluZ3RpbWUiO3M6NToiMDk6MDAiO3M6MTE6ImNsb3Npbmd0aW1lIjtzOjU6IjE3OjAwIjtzOjY6ImNsb3NlZCI7czoxOiIwIjt9czo1OiJ0aHVycyI7YTozOntzOjExOiJvcGVuaW5ndGltZSI7czo1OiIwOTowMCI7czoxMToiY2xvc2luZ3RpbWUiO3M6NToiMTc6MDAiO3M6NjoiY2xvc2VkIjtzOjE6IjAiO31zOjM6ImZyaSI7YTozOntzOjExOiJvcGVuaW5ndGltZSI7czo1OiIwOTowMCI7czoxMToiY2xvc2luZ3RpbWUiO3M6NToiMTc6MDAiO3M6NjoiY2xvc2VkIjtzOjE6IjAiO31zOjM6InNhdCI7YTozOntzOjExOiJvcGVuaW5ndGltZSI7czo1OiIwOTowMCI7czoxMToiY2xvc2luZ3RpbWUiO3M6NToiMTc6MDAiO3M6NjoiY2xvc2VkIjtzOjE6IjAiO319PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b290YWJsZV9jb25maXJtYXRpb25fYm94X21lc3NhZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBXb3VsZCB5b3UgbGlrZSB0byBwcm9jZWVkIHdpdGggdGhlIHNlbGVjdGVkIHJlc2VydmF0aW9uIGRldGFpbHM/PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b290YWJsZV9tYXhfbnVtYmVyX29mX3Blb3BsZTwvc3Ryb25nPiAtIDEwPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b290YWJsZV9wYWdlX2Jvb2tpbmc8L3N0cm9uZz4gLSA3Njc0MDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vdGFibGVfcGFnZV9tYW5hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSA3Njc0MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vdGFibGVfcmVzZXJ2YXRpb25faW50ZXJ2YWw8L3N0cm9uZz4gLSAxPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b290YWJsZV9zZW5kX2NvbmZpcm1hdGlvbl90b19yZXN0YXVyYW50PC9zdHJvbmc+IC0gMTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vdGFibGVfdGltZV9mb3JtYXQ8L3N0cm9uZz4gLSAyNDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vdGhlbWVzX3NldHRpbmdzPC9zdHJvbmc+IC0gYTowOnt9PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRzX3JvdGF0ZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfaG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfaG9tZV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfaG9tZV9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbS9hZHMvNDY4eDYwYi5qcGc8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9ob21lX3VybDwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9pbWFnZV8yPC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfaW1hZ2VfMzwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9pbWFnZV81PC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfaW1hZ2VfNjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfbXB1X2Rpc2FibGU8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfbXB1X2ltYWdlPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5zY3VvbGFjb29wLml0L3dwLWNvbnRlbnQvdGhlbWVzL2dhemV0dGUtbmV3L2ltYWdlcy8zMDB4MTAwLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSAjPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdG9wPC9zdHJvbmc+IC0gZmFsc2U8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbS9hZHMvNDY4eDYwYS5qcGc8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzE8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8zPC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzQ8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfNTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF82PC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBkZWZhdWx0LmNzczwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dGhvcjwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0b19pbWc8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2JvZHlfY29sb3I8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19ib2R5X2ltZzwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2JvZHlfcG9zPC9zdHJvbmc+IC0gdG9wPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYm9keV9yZXBlYXQ8L3N0cm9uZz4gLSBuby1yZXBlYXQ8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19idXR0b25fY29sb3I8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jb21tZW50czwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2NvbnRhY3Rmb3JtX2VtYWlsPC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fY29vcmRzPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1Zm9uX2Rpc2FibGVkPC9zdHJvbmc+IC0gZmFsc2U8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fY3NzPC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fY3VzdG9tX2Zhdmljb248L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fc2VvX3RlbXBsYXRlPC9zdHJvbmc+IC0gYTozOntpOjA7YTo1OntzOjQ6Im5hbWUiO3M6MTA6InNlb19pbmZvXzEiO3M6Mzoic3RkIjtzOjA6IiI7czo1OiJsYWJlbCI7czo0OiJTRU8gIjtzOjQ6InR5cGUiO3M6NDoiaW5mbyI7czo0OiJkZXNjIjtzOjE5MToiQWRkaXRpb25hbCBTRU8gY3VzdG9tIGZpZWxkcyBhdmFpbGFibGU6IDxzdHJvbmc+Q3VzdG9tIFBhZ2UgVGl0bGVzPC9zdHJvbmc+LiBHbyB0byA8YSBocmVmPSJodHRwOi8vd3d3LnNjdW9sYWNvb3AuaXQvd3AtYWRtaW4vYWRtaW4ucGhwP3BhZ2U9d29vdGhlbWVzX3NlbyI+U0VPIFNldHRpbmdzPC9hPiBwYWdlIHRvIGFjdGl2YXRlLiI7fWk6MTthOjU6e3M6NDoibmFtZSI7czoxMDoic2VvX2ZvbGxvdyI7czozOiJzdGQiO3M6NToiZmFsc2UiO3M6NToibGFiZWwiO3M6MTY6IlNFTyAtIFNldCBmb2xsb3ciO3M6NDoidHlwZSI7czo4OiJjaGVja2JveCI7czo0OiJkZXNjIjtzOjc3OiJNYWtlIGxpbmtzIGZyb20gdGhpcyBwb3N0L3BhZ2UgPHN0cm9uZz5mb2xsb3dhYmxlPC9zdHJvbmc+IGJ5IHNlYXJjaCBlbmdpbmVzLiI7fWk6MjthOjU6e3M6NDoibmFtZSI7czoxMToic2VvX25vaW5kZXgiO3M6Mzoic3RkIjtzOjU6ImZhbHNlIjtzOjU6ImxhYmVsIjtzOjEzOiJTRU8gLSBOb2luZGV4IjtzOjQ6InR5cGUiO3M6ODoiY2hlY2tib3giO3M6NDoiZGVzYyI7czo1NjoiU2V0IHRoZSBQYWdlL1Bvc3QgdG8gbm90IGJlIGluZGV4ZWQgYnkgYSBzZWFyY2ggZW5naW5lcy4iO319PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZGVzc2VydHNfdGVybV9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDI0NjwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2RpbmVyX2FkZHJlc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19kaW5lcl9jdXJyZW5jeTwvc3Ryb25nPiAtICQ8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19kaW5lcl9pbnRyb190ZXh0PC9zdHJvbmc+IC0gQW4gaW50cm9kdWN0aW9uIG1lc3NhZ2UgZm9yIHZpc2l0b3JzIHRvIHlvdXIgRGluZXJzIHdlYnNpdGUuPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZGluZXJfaW50cm9fdGV4dF9oZWFkZXI8L3N0cm9uZz4gLSBTb21lIG1vcmUgaW5mb3JtYXRpb248L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19kaW5lcl9pbnRyb190ZXh0X2ltYWdlPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5zY3VvbGFjb29wLml0L3dwLWNvbnRlbnQvdGhlbWVzL2RpbmVyL2ltYWdlcy90ZW1wLW1vcmVpbmZvLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2RpbmVyX21hcF9sYXRpdHVkZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2RpbmVyX21hcF9sb25naXR1ZGU8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19kaW5lcl9tYXBfcG92X3BpdGNoPC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZGluZXJfbWFwX3Bvdl95YXc8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19kaW5lcl9tYXBfdHlwZTwvc3Ryb25nPiAtIE5vcm1hbDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2RpbmVyX21hcF96b29tX2xldmVsPC9zdHJvbmc+IC0gNjwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkPC9zdHJvbmc+IC0gZmFsc2U8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0dXJlZF9jYXRlZ29yeTwvc3Ryb25nPiAtIEJsb2c8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0dXJlZF9pbWdfcG9zPC9zdHJvbmc+IC0gUmlnaHQ8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSAzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZF91cmw8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mb250X2JvZHk8L3N0cm9uZz4gLSBhOjU6e3M6NDoic2l6ZSI7czoyOiIxNCI7czo0OiJ1bml0IjtzOjI6InB4IjtzOjQ6ImZhY2UiO3M6NzoiR2VvcmdpYSI7czo1OiJzdHlsZSI7czowOiIiO3M6NToiY29sb3IiO3M6NzoiIzJjMjUyNSI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZvbnRfbmF2PC9zdHJvbmc+IC0gYTo1OntzOjQ6InNpemUiO3M6MjoiMTQiO3M6NDoidW5pdCI7czoyOiJweCI7czo0OiJmYWNlIjtzOjc6Ikdlb3JnaWEiO3M6NToic3R5bGUiO3M6MDoiIjtzOjU6ImNvbG9yIjtzOjc6IiM5YjhiOGIiO308L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mb250X3Bvc3RfZW50cnk8L3N0cm9uZz4gLSBhOjU6e3M6NDoic2l6ZSI7czoyOiIxNCI7czo0OiJ1bml0IjtzOjI6InB4IjtzOjQ6ImZhY2UiO3M6NzoiR2VvcmdpYSI7czo1OiJzdHlsZSI7czowOiIiO3M6NToiY29sb3IiO3M6NzoiIzJjMjUyNSI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZvbnRfcG9zdF9tZXRhPC9zdHJvbmc+IC0gYTo1OntzOjQ6InNpemUiO3M6MjoiMTEiO3M6NDoidW5pdCI7czoyOiJweCI7czo0OiJmYWNlIjtzOjU6IkFyaWFsIjtzOjU6InN0eWxlIjtzOjA6IiI7czo1OiJjb2xvciI7czo3OiIjODY4Njg2Ijt9PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZm9udF9wb3N0X3RpdGxlPC9zdHJvbmc+IC0gYTo1OntzOjQ6InNpemUiO3M6MjoiMzIiO3M6NDoidW5pdCI7czoyOiJweCI7czo0OiJmYWNlIjtzOjU6IkFyaWFsIjtzOjU6InN0eWxlIjtzOjQ6ImJvbGQiO3M6NToiY29sb3IiO3M6NzoiIzIyMjIyMiI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZvbnRfc2l0ZV90aXRsZTwvc3Ryb25nPiAtIGE6NTp7czo0OiJzaXplIjtzOjI6IjQyIjtzOjQ6InVuaXQiO3M6MjoicHgiO3M6NDoiZmFjZSI7czo1OiJBcmlhbCI7czo1OiJzdHlsZSI7czo0OiJib2xkIjtzOjU6ImNvbG9yIjtzOjc6IiMyYzI1MjUiO308L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mb250X3RhZ2xpbmU8L3N0cm9uZz4gLSBhOjU6e3M6NDoic2l6ZSI7czoyOiIxNSI7czo0OiJ1bml0IjtzOjI6InB4IjtzOjQ6ImZhY2UiO3M6NzoiR2VvcmdpYSI7czo1OiJzdHlsZSI7czo2OiJpdGFsaWMiO3M6NToiY29sb3IiO3M6NzoiIzJjMjUyNSI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZvbnRfd2lkZ2V0X3RpdGxlczwvc3Ryb25nPiAtIGE6NTp7czo0OiJzaXplIjtzOjI6IjIwIjtzOjQ6InVuaXQiO3M6MjoicHgiO3M6NDoiZmFjZSI7czo1OiJBcmlhbCI7czo1OiJzdHlsZSI7czo0OiJib2xkIjtzOjU6ImNvbG9yIjtzOjc6IiMyYzI1MjUiO308L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mb290ZXJfYWZmX2xpbms8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mb290ZXJfbGVmdDwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZm9vdGVyX2xlZnRfdGV4dDwvc3Ryb25nPiAtIDxwPjwvcD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mb290ZXJfcmlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2Zvb3Rlcl9yaWdodF90ZXh0PC9zdHJvbmc+IC0gPHA+PC9wPjwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZyYW1ld29ya190ZW1wbGF0ZTwvc3Ryb25nPiAtIGE6MjA6e2k6MDthOjM6e3M6NDoibmFtZSI7czoxODoiRnJhbWV3b3JrIFNldHRpbmdzIjtzOjQ6Imljb24iO3M6NzoiZ2VuZXJhbCI7czo0OiJ0eXBlIjtzOjc6ImhlYWRpbmciO31pOjE7YTo2OntzOjQ6Im5hbWUiO3M6MjE6IlN1cGVyIFVzZXIgKHVzZXJuYW1lKSI7czo0OiJkZXNjIjtzOjI0NjoiRW50ZXIgeW91ciA8c3Ryb25nPnVzZXJuYW1lPC9zdHJvbmc+IHRvIGhpZGUgdGhlIEZyYW1ld29yayBTZXR0aW5ncyBhbmQgVXBkYXRlIEZyYW1ld29yayBmcm9tIG90aGVyIHVzZXJzLiBDYW4gYmUgcmVzZXQgZnJvbSB0aGUgPGEgaHJlZj0naHR0cDovL3d3dy5zY3VvbGFjb29wLml0L3dwLWFkbWluL29wdGlvbnMucGhwJz5XUCBvcHRpb25zIHBhZ2U8L2E+IHVuZGVyIDxlbT5mcmFtZXdvcmtfd29vX3N1cGVyX3VzZXI8L2VtPi4iO3M6MjoiaWQiO3M6MjQ6ImZyYW1ld29ya193b29fc3VwZXJfdXNlciI7czozOiJzdGQiO3M6MDoiIjtzOjU6ImNsYXNzIjtzOjQ6InRleHQiO3M6NDoidHlwZSI7czo0OiJ0ZXh0Ijt9aToyO2E6NTp7czo0OiJuYW1lIjtzOjIxOiJEaXNhYmxlIFNFTyBNZW51IEl0ZW0iO3M6NDoiZGVzYyI7czo2MToiRGlzYWJsZSB0aGUgPHN0cm9uZz5TRU88L3N0cm9uZz4gbWVudSBpdGVtIGluIHRoZSB0aGVtZSBtZW51LiI7czoyOiJpZCI7czoyNToiZnJhbWV3b3JrX3dvb19zZW9fZGlzYWJsZSI7czozOiJzdGQiO3M6MDoiIjtzOjQ6InR5cGUiO3M6ODoiY2hlY2tib3giO31pOjM7YTo1OntzOjQ6Im5hbWUiO3M6MzM6IkRpc2FibGUgU2lkZWJhciBNYW5hZ2VyIE1lbnUgSXRlbSI7czo0OiJkZXNjIjtzOjczOiJEaXNhYmxlIHRoZSA8c3Ryb25nPlNpZGViYXIgTWFuYWdlcjwvc3Ryb25nPiBtZW51IGl0ZW0gaW4gdGhlIHRoZW1lIG1lbnUuIjtzOjI6ImlkIjtzOjI1OiJmcmFtZXdvcmtfd29vX3NibV9kaXNhYmxlIjtzOjM6InN0ZCI7czowOiIiO3M6NDoidHlwZSI7czo4OiJjaGVja2JveCI7fWk6NDthOjU6e3M6NDoibmFtZSI7czoyODoiRGlzYWJsZSBCdXkgVGhlbWVzIE1lbnUgSXRlbSI7czo0OiJkZXNjIjtzOjY4OiJEaXNhYmxlIHRoZSA8c3Ryb25nPkJ1eSBUaGVtZXM8L3N0cm9uZz4gbWVudSBpdGVtIGluIHRoZSB0aGVtZSBtZW51LiI7czoyOiJpZCI7czozMjoiZnJhbWV3b3JrX3dvb19idXlfdGhlbWVzX2Rpc2FibGUiO3M6Mzoic3RkIjtzOjA6IiI7czo0OiJ0eXBlIjtzOjg6ImNoZWNrYm94Ijt9aTo1O2E6NTp7czo0OiJuYW1lIjtzOjI0OiJFbmFibGUgQ3VzdG9tIE5hdmlnYXRpb24iO3M6NDoiZGVzYyI7czoxODI6IkVuYWJsZSB0aGUgb2xkIDxzdHJvbmc+Q3VzdG9tIE5hdmlnYXRpb248L3N0cm9uZz4gbWVudSBpdGVtLiBUcnkgdG8gdXNlIDxhIGhyZWY9J2h0dHA6Ly93d3cuc2N1b2xhY29vcC5pdC93cC1hZG1pbi9uYXYtbWVudXMucGhwJz5XUCBNZW51czwvYT4gaW5zdGVhZCwgYXMgdGhpcyBmdW5jdGlvbiBpcyBvdXRkYXRlZC4iO3M6MjoiaWQiO3M6MjA6ImZyYW1ld29ya193b29fd29vbmF2IjtzOjM6InN0ZCI7czowOiIiO3M6NDoidHlwZSI7czo4OiJjaGVja2JveCI7fWk6NjthOjU6e3M6NDoibmFtZSI7czoyNToiVGhlbWUgVXBkYXRlIE5vdGlmaWNhdGlvbiI7czo0OiJkZXNjIjtzOjEwMToiVGhpcyB3aWxsIGVuYWJsZSBub3RpY2VzIG9uIHlvdXIgdGhlbWUgb3B0aW9ucyBwYWdlIHRoYXQgdGhlcmUgaXMgYW4gdXBkYXRlIGF2YWlsYWJsZSBmb3IgeW91ciB0aGVtZS4iO3M6MjoiaWQiO3M6MzU6ImZyYW1ld29ya193b29fdGhlbWVfdmVyc2lvbl9jaGVja2VyIjtzOjM6InN0ZCI7czowOiIiO3M6NDoidHlwZSI7czo4OiJjaGVja2JveCI7fWk6NzthOjU6e3M6NDoibmFtZSI7czoyOToiRGlzYWJsZSBTaG9ydGNvZGVzIFN0eWxlc2hlZXQiO3M6NDoiZGVzYyI7czo3NjoiVGhpcyBkaXNhYmxlcyB0aGUgb3V0cHV0IG9mIHNob3J0Y29kZXMuY3NzIGluIHRoZSBIRUFEIHNlY3Rpb24gb2YgeW91ciBzaXRlLiI7czoyOiJpZCI7czozMjoiZnJhbWV3b3JrX3dvb19kaXNhYmxlX3Nob3J0Y29kZXMiO3M6Mzoic3RkIjtzOjA6IiI7czo0OiJ0eXBlIjtzOjg6ImNoZWNrYm94Ijt9aTo4O2E6NTp7czo0OiJuYW1lIjtzOjI2OiJSZW1vdmUgR2VuZXJhdG9yIE1ldGEgVGFncyI7czo0OiJkZXNjIjtzOjgxOiJUaGlzIGRpc2FibGVzIHRoZSBvdXRwdXQgb2YgZ2VuZXJhdG9yIG1ldGEgdGFncyBpbiB0aGUgSEVBRCBzZWN0aW9uIG9mIHlvdXIgc2l0ZS4iO3M6MjoiaWQiO3M6MzE6ImZyYW1ld29ya193b29fZGlzYWJsZV9nZW5lcmF0b3IiO3M6Mzoic3RkIjtzOjA6IiI7czo0OiJ0eXBlIjtzOjg6ImNoZWNrYm94Ijt9aTo5O2E6NTp7czo0OiJuYW1lIjtzOjE3OiJJbWFnZSBQbGFjZWhvbGRlciI7czo0OiJkZXNjIjtzOjE1MToiU2V0IGEgZGVmYXVsdCBpbWFnZSBwbGFjZWhvbGRlciBmb3IgeW91ciB0aHVtYm5haWxzLiBVc2UgdGhpcyBpZiB5b3Ugd2FudCBhIGRlZmF1bHQgaW1hZ2UgdG8gYmUgc2hvd24gaWYgeW91IGhhdmVuJ3QgYWRkZWQgYSBjdXN0b20gaW1hZ2UgdG8geW91ciBwb3N0LiI7czoyOiJpZCI7czoyNzoiZnJhbWV3b3JrX3dvb19kZWZhdWx0X2ltYWdlIjtzOjM6InN0ZCI7czowOiIiO3M6NDoidHlwZSI7czo2OiJ1cGxvYWQiO31pOjEwO2E6Mzp7czo0OiJuYW1lIjtzOjg6IkJyYW5kaW5nIjtzOjQ6Imljb24iO3M6NDoibWlzYyI7czo0OiJ0eXBlIjtzOjc6ImhlYWRpbmciO31pOjExO2E6NTp7czo0OiJuYW1lIjtzOjIwOiJPcHRpb25zIHBhbmVsIGhlYWRlciI7czo0OiJkZXNjIjtzOjUwOiJDaGFuZ2UgdGhlIGhlYWRlciBpbWFnZSBmb3IgdGhlIFdvb1RoZW1lcyBCYWNrZW5kLiI7czoyOiJpZCI7czozNDoiZnJhbWV3b3JrX3dvb19iYWNrZW5kX2hlYWRlcl9pbWFnZSI7czozOiJzdGQiO3M6MDoiIjtzOjQ6InR5cGUiO3M6NjoidXBsb2FkIjt9aToxMjthOjU6e3M6NDoibmFtZSI7czoxODoiT3B0aW9ucyBwYW5lbCBpY29uIjtzOjQ6ImRlc2MiO3M6NTY6IkNoYW5nZSB0aGUgaWNvbiBpbWFnZSBmb3IgdGhlIFdvcmRQcmVzcyBiYWNrZW5kIHNpZGViYXIuIjtzOjI6ImlkIjtzOjI2OiJmcmFtZXdvcmtfd29vX2JhY2tlbmRfaWNvbiI7czozOiJzdGQiO3M6MDoiIjtzOjQ6InR5cGUiO3M6NjoidXBsb2FkIjt9aToxMzthOjU6e3M6NDoibmFtZSI7czoyMDoiV29yZFByZXNzIGxvZ2luIGxvZ28iO3M6NDoiZGVzYyI7czo1MToiQ2hhbmdlIHRoZSBsb2dvIGltYWdlIGZvciB0aGUgV29yZFByZXNzIGxvZ2luIHBhZ2UuIjtzOjI6ImlkIjtzOjMxOiJmcmFtZXdvcmtfd29vX2N1c3RvbV9sb2dpbl9sb2dvIjtzOjM6InN0ZCI7czowOiIiO3M6NDoidHlwZSI7czo2OiJ1cGxvYWQiO31pOjE0O2E6Mzp7czo0OiJuYW1lIjtzOjE1OiJJbXBvcnQgLyBFeHBvcnQiO3M6NDoiaWNvbiI7czo0OiJtaXNjIjtzOjQ6InR5cGUiO3M6NzoiaGVhZGluZyI7fWk6MTU7YTo1OntzOjQ6Im5hbWUiO3M6MTQ6IkltcG9ydCBPcHRpb25zIjtzOjQ6ImRlc2MiO3M6NTk6IkltcG9ydCB0aGUgb3B0aW9ucyBmcm9tIGFub3RoZXIgaW5zdGFsbGF0aW9uIG9mIHRoaXMgdGhlbWUuIjtzOjI6ImlkIjtzOjI4OiJmcmFtZXdvcmtfd29vX2ltcG9ydF9vcHRpb25zIjtzOjM6InN0ZCI7czowOiIiO3M6NDoidHlwZSI7czo4OiJ0ZXh0YXJlYSI7fWk6MTY7YTo1OntzOjQ6Im5hbWUiO3M6MTQ6IkV4cG9ydCBPcHRpb25zIjtzOjQ6ImRlc2MiO3M6OTQ6IkV4cG9ydCB0aGUgb3B0aW9ucyB0byBhbm90aGVyIGluc3RhbGxhdGlvbiBvZiB0aGlzIHRoZW1lLCBvciB0byBrZWVwIGEgYmFja3VwIG9mIHlvdXIgb3B0aW9ucy4iO3M6MjoiaWQiO3M6Mjg6ImZyYW1ld29ya193b29fZXhwb3J0X29wdGlvbnMiO3M6Mzoic3RkIjtzOjMyMjA6IllUbzBNenA3Y3pveE9Eb2lkMjl2WDJGc2RGOXpkSGxzWlhOb1pXVjBJanR6T2pFeE9pSmtaV1poZFd4MExtTnpjeUk3Y3pveE1qb2lkMjl2WDJGMWRHOWZhVzFuSWp0ek9qVTZJbVpoYkhObElqdHpPakUwT2lKM2IyOWZZbTlrZVY5amIyeHZjaUk3Y3pvd09pSWlPM002TVRJNkluZHZiMTlpYjJSNVgybHRaeUk3Y3pvd09pSWlPM002TVRJNkluZHZiMTlpYjJSNVgzQnZjeUk3Y3pvek9pSjBiM0FpTzNNNk1UVTZJbmR2YjE5aWIyUjVYM0psY0dWaGRDSTdjem81T2lKdWJ5MXlaWEJsWVhRaU8zTTZNVFk2SW5kdmIxOWlkWFIwYjI1ZlkyOXNiM0lpTzNNNk1Eb2lJanR6T2pFeU9pSjNiMjlmWTI5dGJXVnVkSE1pTzNNNk1Eb2lJanR6T2pJeE9pSjNiMjlmWTI5dWRHRmpkR1p2Y20xZlpXMWhhV3dpTzNNNk1Eb2lJanR6T2pFME9pSjNiMjlmWTNWemRHOXRYMk56Y3lJN2N6b3dPaUlpTzNNNk1UZzZJbmR2YjE5amRYTjBiMjFmWm1GMmFXTnZiaUk3Y3pvd09pSWlPM002TVRJNkluZHZiMTltWldWa1gzVnliQ0k3Y3pvd09pSWlPM002TVRNNkluZHZiMTltYjI1MFgySnZaSGtpTzNNNk1URTJPaUpoT2pVNmUzTTZORG9pYzJsNlpTSTdjem95T2lJeE5DSTdjem8wT2lKMWJtbDBJanR6T2pJNkluQjRJanR6T2pRNkltWmhZMlVpTzNNNk56b2lSMlZ2Y21kcFlTSTdjem8xT2lKemRIbHNaU0k3Y3pvd09pSWlPM002TlRvaVkyOXNiM0lpTzNNNk56b2lJekpqTWpVeU5TSTdmU0k3Y3pveE1qb2lkMjl2WDJadmJuUmZibUYySWp0ek9qRXhOam9pWVRvMU9udHpPalE2SW5OcGVtVWlPM002TWpvaU1UUWlPM002TkRvaWRXNXBkQ0k3Y3pveU9pSndlQ0k3Y3pvME9pSm1ZV05sSWp0ek9qYzZJa2RsYjNKbmFXRWlPM002TlRvaWMzUjViR1VpTzNNNk1Eb2lJanR6T2pVNkltTnZiRzl5SWp0ek9qYzZJaU01WWpoaU9HSWlPMzBpTzNNNk1UazZJbmR2YjE5bWIyNTBYM0J2YzNSZlpXNTBjbmtpTzNNNk1URTJPaUpoT2pVNmUzTTZORG9pYzJsNlpTSTdjem95T2lJeE5DSTdjem8wT2lKMWJtbDBJanR6T2pJNkluQjRJanR6T2pRNkltWmhZMlVpTzNNNk56b2lSMlZ2Y21kcFlTSTdjem8xT2lKemRIbHNaU0k3Y3pvd09pSWlPM002TlRvaVkyOXNiM0lpTzNNNk56b2lJekpqTWpVeU5TSTdmU0k3Y3pveE9Eb2lkMjl2WDJadmJuUmZjRzl6ZEY5dFpYUmhJanR6T2pFeE5Eb2lZVG8xT250ek9qUTZJbk5wZW1VaU8zTTZNam9pTVRFaU8zTTZORG9pZFc1cGRDSTdjem95T2lKd2VDSTdjem8wT2lKbVlXTmxJanR6T2pVNklrRnlhV0ZzSWp0ek9qVTZJbk4wZVd4bElqdHpPakE2SWlJN2N6bzFPaUpqYjJ4dmNpSTdjem8zT2lJak9EWTROamcySWp0OUlqdHpPakU1T2lKM2IyOWZabTl1ZEY5d2IzTjBYM1JwZEd4bElqdHpPakV4T0RvaVlUbzFPbnR6T2pRNkluTnBlbVVpTzNNNk1qb2lNeklpTzNNNk5Eb2lkVzVwZENJN2N6b3lPaUp3ZUNJN2N6bzBPaUptWVdObElqdHpPalU2SWtGeWFXRnNJanR6T2pVNkluTjBlV3hsSWp0ek9qUTZJbUp2YkdRaU8zTTZOVG9pWTI5c2IzSWlPM002TnpvaUl6SXlNakl5TWlJN2ZTSTdjem94T1RvaWQyOXZYMlp2Ym5SZmMybDBaVjkwYVhSc1pTSTdjem94TVRnNkltRTZOVHA3Y3pvME9pSnphWHBsSWp0ek9qSTZJalF5SWp0ek9qUTZJblZ1YVhRaU8zTTZNam9pY0hnaU8zTTZORG9pWm1GalpTSTdjem8xT2lKQmNtbGhiQ0k3Y3pvMU9pSnpkSGxzWlNJN2N6bzBPaUppYjJ4a0lqdHpPalU2SW1OdmJHOXlJanR6T2pjNklpTXlZekkxTWpVaU8zMGlPM002TVRZNkluZHZiMTltYjI1MFgzUmhaMnhwYm1VaU8zTTZNVEl5T2lKaE9qVTZlM002TkRvaWMybDZaU0k3Y3pveU9pSXhOU0k3Y3pvME9pSjFibWwwSWp0ek9qSTZJbkI0SWp0ek9qUTZJbVpoWTJVaU8zTTZOem9pUjJWdmNtZHBZU0k3Y3pvMU9pSnpkSGxzWlNJN2N6bzJPaUpwZEdGc2FXTWlPM002TlRvaVkyOXNiM0lpTzNNNk56b2lJekpqTWpVeU5TSTdmU0k3Y3pveU1qb2lkMjl2WDJadmJuUmZkMmxrWjJWMFgzUnBkR3hsY3lJN2N6b3hNVGc2SW1FNk5UcDdjem8wT2lKemFYcGxJanR6T2pJNklqSXdJanR6T2pRNkluVnVhWFFpTzNNNk1qb2ljSGdpTzNNNk5Eb2labUZqWlNJN2N6bzFPaUpCY21saGJDSTdjem8xT2lKemRIbHNaU0k3Y3pvME9pSmliMnhrSWp0ek9qVTZJbU52Ykc5eUlqdHpPamM2SWlNeVl6STFNalVpTzMwaU8zTTZNVGs2SW5kdmIxOW1iMjkwWlhKZllXWm1YMnhwYm1zaU8zTTZNRG9pSWp0ek9qRTFPaUozYjI5ZlptOXZkR1Z5WDJ4bFpuUWlPM002TlRvaVptRnNjMlVpTzNNNk1qQTZJbmR2YjE5bWIyOTBaWEpmYkdWbWRGOTBaWGgwSWp0ek9qYzZJanh3UGp3dmNENGlPM002TVRZNkluZHZiMTltYjI5MFpYSmZjbWxuYUhRaU8zTTZOVG9pWm1Gc2MyVWlPM002TWpFNkluZHZiMTltYjI5MFpYSmZjbWxuYUhSZmRHVjRkQ0k3Y3pvM09pSThjRDQ4TDNBK0lqdHpPakl3T2lKM2IyOWZaMjl2WjJ4bFgyRnVZV3g1ZEdsamN5STdjem93T2lJaU8zTTZNVFE2SW5kdmIxOXNhVzVyWDJOdmJHOXlJanR6T2pBNklpSTdjem95TURvaWQyOXZYMnhwYm10ZmFHOTJaWEpmWTI5c2IzSWlPM002TURvaUlqdHpPamc2SW5kdmIxOXNiMmR2SWp0ek9qQTZJaUk3Y3pveE56b2lkMjl2WDNCcGMxOW9ZWEprWDJOeWIzQWlPM002TlRvaVptRnNjMlVpTzNNNk1UWTZJbmR2YjE5d2IzTjBYMk52Ym5SbGJuUWlPM002TURvaUlqdHpPakl5T2lKM2IyOWZjRzl6ZEY5cGJXRm5aVjl6ZFhCd2IzSjBJanR6T2pVNkltWmhiSE5sSWp0ek9qRXdPaUozYjI5ZmNtVnphWHBsSWp0ek9qUTZJblJ5ZFdVaU8zTTZNVE02SW5kdmIxOXljM05mZEdoMWJXSWlPM002TlRvaVptRnNjMlVpTzNNNk1UVTZJbmR2YjE5emJHbGtaWEpmWVhWMGJ5STdjem8xT2lKbVlXeHpaU0k3Y3pveE9Ub2lkMjl2WDNOc2FXUmxjbDlwYm5SbGNuWmhiQ0k3Y3pveE9pSTBJanR6T2pFMk9pSjNiMjlmYzJ4cFpHVnlYM053WldWa0lqdHpPak02SWpBdU5pSTdjem94T1RvaWQyOXZYM04xWW5OamNtbGlaVjlsYldGcGJDSTdjem93T2lJaU8zTTZNVE02SW5kdmIxOTBaWGgwZEdsMGJHVWlPM002TlRvaVptRnNjMlVpTzNNNk1UVTZJbmR2YjE5MGFIVnRZbDloYkdsbmJpSTdjem81T2lKaGJHbG5ibXhsWm5RaU8zTTZNVFk2SW5kdmIxOTBhSFZ0WWw5emFXNW5iR1VpTzNNNk5Ub2labUZzYzJVaU8zTTZNakk2SW5kdmIxOTBhSFZ0WWw5emFXNW5iR1ZmWVd4cFoyNGlPM002TVRBNkltRnNhV2R1Y21sbmFIUWlPM002TVRRNkluZHZiMTkwZVhCdlozSmhjR2g1SWp0ek9qVTZJbVpoYkhObElqdDkiO3M6NDoidHlwZSI7czo4OiJ0ZXh0YXJlYSI7fWk6MTc7YTozOntzOjQ6Im5hbWUiO3M6OToiQWRtaW4gQmFyIjtzOjQ6Imljb24iO3M6NjoiaGVhZGVyIjtzOjQ6InR5cGUiO3M6NzoiaGVhZGluZyI7fWk6MTg7YTo1OntzOjQ6Im5hbWUiO3M6Mjc6IkRpc2FibGUgV29yZFByZXNzIEFkbWluIEJhciI7czo0OiJkZXNjIjtzOjMyOiJEaXNhYmxlIHRoZSBXb3JkUHJlc3MgQWRtaW4gQmFyLiI7czoyOiJpZCI7czozMToiZnJhbWV3b3JrX3dvb19hZG1pbl9iYXJfZGlzYWJsZSI7czozOiJzdGQiO3M6MDoiIjtzOjQ6InR5cGUiO3M6ODoiY2hlY2tib3giO31pOjE5O2E6NTp7czo0OiJuYW1lIjtzOjQ2OiJFbmFibGUgdGhlIFdvb0ZyYW1ld29yayBBZG1pbiBCYXIgZW5oYW5jZW1lbnRzIjtzOjQ6ImRlc2MiO3M6MTMwOiJFbmFibGUgc2V2ZXJhbCBXb29GcmFtZXdvcmstc3BlY2lmaWMgZW5oYW5jZW1lbnRzIHRvIHRoZSBXb3JkUHJlc3MgQWRtaW4gQmFyLCBzdWNoIGFzIGN1c3RvbSBuYXZpZ2F0aW9uIGl0ZW1zIGZvciAnVGhlbWUgT3B0aW9ucycuIjtzOjI6ImlkIjtzOjM2OiJmcmFtZXdvcmtfd29vX2FkbWluX2Jhcl9lbmhhbmNlbWVudHMiO3M6Mzoic3RkIjtzOjA6IiI7czo0OiJ0eXBlIjtzOjg6ImNoZWNrYm94Ijt9fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZyYW1ld29ya192ZXJzaW9uPC9zdHJvbmc+IC0gNC4xLjA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19nb29nbGVfYW5hbHl0aWNzPC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2luZm9faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbnN0YWxsX2NvbXBsZXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xpbmtfY29sb3I8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19saW5rX2hvdmVyX2NvbG9yPC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbG9nbzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cuc2N1b2xhY29vcC5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nby5wbmc8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19tYWluc190ZXJtX2lkPC9zdHJvbmc+IC0gMjQ1PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFwc19hcGlrZXk8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19tYXBzX2RlZmF1bHRfbWFwdHlwZTwvc3Ryb25nPiAtIE5vcm1hbDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX21hcHNfZGVmYXVsdF9tYXB6b29tPC9zdHJvbmc+IC0gOTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX21hcHNfZGlyZWN0aW9uc19sb2NhbGU8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19tYXBzX3Njcm9sbDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX21hcHNfc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDI1MDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX29wdGlvbnM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg5OntzOjE4OiJ3b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQiO3M6MTE6ImRlZmF1bHQuY3NzIjtzOjg6Indvb19sb2dvIjtzOjA6IiI7czoxMzoid29vX3RleHR0aXRsZSI7czo1OiJmYWxzZSI7czoxOToid29vX2ZvbnRfc2l0ZV90aXRsZSI7YTo1OntzOjQ6InNpemUiO3M6MjoiNDIiO3M6NDoidW5pdCI7czoyOiJweCI7czo0OiJmYWNlIjtzOjU6IkFyaWFsIjtzOjU6InN0eWxlIjtzOjQ6ImJvbGQiO3M6NToiY29sb3IiO3M6NzoiIzJjMjUyNSI7fXM6MTE6Indvb190YWdsaW5lIjtiOjA7czoxNjoid29vX2ZvbnRfdGFnbGluZSI7YTo1OntzOjQ6InNpemUiO3M6MjoiMTUiO3M6NDoidW5pdCI7czoyOiJweCI7czo0OiJmYWNlIjtzOjc6Ikdlb3JnaWEiO3M6NToic3R5bGUiO3M6NjoiaXRhbGljIjtzOjU6ImNvbG9yIjtzOjc6IiMyYzI1MjUiO31zOjE4OiJ3b29fY3VzdG9tX2Zhdmljb24iO3M6MDoiIjtzOjIwOiJ3b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljcyI7czowOiIiO3M6MTI6Indvb19mZWVkX3VybCI7czowOiIiO3M6MTk6Indvb19zdWJzY3JpYmVfZW1haWwiO3M6MDoiIjtzOjIxOiJ3b29fY29udGFjdGZvcm1fZW1haWwiO3M6MDoiIjtzOjE0OiJ3b29fY3VzdG9tX2NzcyI7czowOiIiO3M6MTI6Indvb19jb21tZW50cyI7czowOiIiO3M6MTY6Indvb19wb3N0X2NvbnRlbnQiO3M6MDoiIjtzOjE1OiJ3b29fcG9zdF9hdXRob3IiO2I6MDtzOjIwOiJ3b29fYnJlYWRjcnVtYnNfc2hvdyI7YjowO3M6MTk6Indvb19wYWdpbmF0aW9uX3R5cGUiO2I6MDtzOjE0OiJ3b29fYm9keV9jb2xvciI7czowOiIiO3M6MTI6Indvb19ib2R5X2ltZyI7czowOiIiO3M6MTU6Indvb19ib2R5X3JlcGVhdCI7czo5OiJuby1yZXBlYXQiO3M6MTI6Indvb19ib2R5X3BvcyI7czozOiJ0b3AiO3M6MTQ6Indvb19saW5rX2NvbG9yIjtzOjA6IiI7czoyMDoid29vX2xpbmtfaG92ZXJfY29sb3IiO3M6MDoiIjtzOjE2OiJ3b29fYnV0dG9uX2NvbG9yIjtzOjA6IiI7czoxNToid29vX2FkZF9kcm9wY2FwIjtiOjA7czoxNDoid29vX3R5cG9ncmFwaHkiO3M6NToiZmFsc2UiO3M6MTM6Indvb19mb250X2JvZHkiO2E6NTp7czo0OiJzaXplIjtzOjI6IjE0IjtzOjQ6InVuaXQiO3M6MjoicHgiO3M6NDoiZmFjZSI7czo3OiJHZW9yZ2lhIjtzOjU6InN0eWxlIjtzOjA6IiI7czo1OiJjb2xvciI7czo3OiIjMmMyNTI1Ijt9czoxMjoid29vX2ZvbnRfbmF2IjthOjU6e3M6NDoic2l6ZSI7czoyOiIxNCI7czo0OiJ1bml0IjtzOjI6InB4IjtzOjQ6ImZhY2UiO3M6NzoiR2VvcmdpYSI7czo1OiJzdHlsZSI7czowOiIiO3M6NToiY29sb3IiO3M6NzoiIzliOGI4YiI7fXM6MTk6Indvb19mb250X3Bvc3RfdGl0bGUiO2E6NTp7czo0OiJzaXplIjtzOjI6IjMyIjtzOjQ6InVuaXQiO3M6MjoicHgiO3M6NDoiZmFjZSI7czo1OiJBcmlhbCI7czo1OiJzdHlsZSI7czo0OiJib2xkIjtzOjU6ImNvbG9yIjtzOjc6IiMyMjIyMjIiO31zOjE4OiJ3b29fZm9udF9wb3N0X21ldGEiO2E6NTp7czo0OiJzaXplIjtzOjI6IjExIjtzOjQ6InVuaXQiO3M6MjoicHgiO3M6NDoiZmFjZSI7czo1OiJBcmlhbCI7czo1OiJzdHlsZSI7czowOiIiO3M6NToiY29sb3IiO3M6NzoiIzg2ODY4NiI7fXM6MTk6Indvb19mb250X3Bvc3RfZW50cnkiO2E6NTp7czo0OiJzaXplIjtzOjI6IjE0IjtzOjQ6InVuaXQiO3M6MjoicHgiO3M6NDoiZmFjZSI7czo3OiJHZW9yZ2lhIjtzOjU6InN0eWxlIjtzOjA6IiI7czo1OiJjb2xvciI7czo3OiIjMmMyNTI1Ijt9czoyMjoid29vX2ZvbnRfd2lkZ2V0X3RpdGxlcyI7YTo1OntzOjQ6InNpemUiO3M6MjoiMjAiO3M6NDoidW5pdCI7czoyOiJweCI7czo0OiJmYWNlIjtzOjU6IkFyaWFsIjtzOjU6InN0eWxlIjtzOjQ6ImJvbGQiO3M6NToiY29sb3IiO3M6NzoiIzJjMjUyNSI7fXM6MTY6Indvb19oZWFkZXJfYWxpZ24iO2I6MDtzOjIyOiJ3b29faGVhZGVyX2xlZnRfbGF5b3V0IjtiOjA7czoyOToid29vX2hlYWRlcl9sZWZ0X2hlYWRsaW5lc190YWciO2I6MDtzOjMyOiJ3b29faGVhZGVyX2xlZnRfaGVhZGxpbmVzX251bWJlciI7YjowO3M6MTU6Indvb19zaXRlX2xheW91dCI7YjowO3M6MzQ6Indvb19ob21lcGFnZV9yZWNlbnRuZXdzX3RvdGFscG9zdHMiO2I6MDtzOjM0OiJ3b29faG9tZXBhZ2VfcmVjZW50bmV3c19jYXRlZ29yaWVzIjtiOjA7czoxOToid29vX21vcmVuZXdzX2VuYWJsZSI7YjowO3M6MTc6Indvb19ob21lcGFnZV90YWdzIjtiOjA7czozMjoid29vX2hvbWVwYWdlX21vcmVuZXdzX3RvdGFscG9zdHMiO2I6MDtzOjI2OiJ3b29fbW9yZW5ld3NfZGlzcGxheV9pbWFnZSI7YjowO3M6MjA6Indvb19tb3JlbmV3c190aHVtYl93IjtzOjA6IiI7czoyMDoid29vX21vcmVuZXdzX3RodW1iX2giO3M6MDoiIjtzOjI0OiJ3b29fbW9yZW5ld3NfdGh1bWJfYWxpZ24iO2I6MDtzOjEwOiJ3b29fc2xpZGVyIjtiOjA7czoxNToid29vX3NsaWRlcl90YWdzIjtiOjA7czoxODoid29vX3NsaWRlcl9lbnRyaWVzIjtiOjA7czoxODoid29vX3NsaWRlcl9leGNsdWRlIjtiOjA7czoxNjoid29vX3NsaWRlcl9zcGVlZCI7czozOiIwLjYiO3M6MTU6Indvb19zbGlkZXJfYXV0byI7czo1OiJmYWxzZSI7czoxOToid29vX3NsaWRlcl9pbnRlcnZhbCI7czoxOiI0IjtzOjE3OiJ3b29fc2xpZGVyX2hlaWdodCI7YjowO3M6MjI6Indvb19wb3N0X2ltYWdlX3N1cHBvcnQiO3M6NToiZmFsc2UiO3M6MTQ6Indvb19waXNfcmVzaXplIjtiOjA7czoxNzoid29vX3Bpc19oYXJkX2Nyb3AiO3M6NToiZmFsc2UiO3M6MTA6Indvb19yZXNpemUiO3M6NDoidHJ1ZSI7czoxMjoid29vX2F1dG9faW1nIjtzOjU6ImZhbHNlIjtzOjExOiJ3b29fdGh1bWJfdyI7czowOiIiO3M6MTE6Indvb190aHVtYl9oIjtzOjA6IiI7czoxNToid29vX3RodW1iX2FsaWduIjtzOjk6ImFsaWdubGVmdCI7czoxNjoid29vX3RodW1iX3NpbmdsZSI7czo1OiJmYWxzZSI7czoxMjoid29vX3NpbmdsZV93IjtzOjA6IiI7czoxMjoid29vX3NpbmdsZV9oIjtzOjA6IiI7czoyMjoid29vX3RodW1iX3NpbmdsZV9hbGlnbiI7czoxMDoiYWxpZ25yaWdodCI7czoxMzoid29vX3Jzc190aHVtYiI7czo1OiJmYWxzZSI7czoxOToid29vX2Zvb3Rlcl9zaWRlYmFycyI7YjowO3M6MTk6Indvb19mb290ZXJfYWZmX2xpbmsiO3M6MDoiIjtzOjE1OiJ3b29fZm9vdGVyX2xlZnQiO3M6NToiZmFsc2UiO3M6MjA6Indvb19mb290ZXJfbGVmdF90ZXh0IjtzOjc6IjxwPjwvcD4iO3M6MTY6Indvb19mb290ZXJfcmlnaHQiO3M6NToiZmFsc2UiO3M6MjE6Indvb19mb290ZXJfcmlnaHRfdGV4dCI7czo3OiI8cD48L3A+IjtzOjExOiJ3b29fY29ubmVjdCI7YjowO3M6MTc6Indvb19jb25uZWN0X3RpdGxlIjtiOjA7czoxOToid29vX2Nvbm5lY3RfY29udGVudCI7YjowO3M6MjU6Indvb19jb25uZWN0X25ld3NsZXR0ZXJfaWQiO2I6MDtzOjE1OiJ3b29fY29ubmVjdF9yc3MiO2I6MDtzOjE5OiJ3b29fY29ubmVjdF90d2l0dGVyIjtiOjA7czoyMDoid29vX2Nvbm5lY3RfZmFjZWJvb2siO2I6MDtzOjE5OiJ3b29fY29ubmVjdF95b3V0dWJlIjtiOjA7czoxODoid29vX2Nvbm5lY3RfZmxpY2tyIjtiOjA7czoyMDoid29vX2Nvbm5lY3RfbGlua2VkaW4iO2I6MDtzOjIxOiJ3b29fY29ubmVjdF9kZWxpY2lvdXMiO2I6MDtzOjE5OiJ3b29fY29ubmVjdF9yZWxhdGVkIjtiOjA7czoxMzoid29vX2FkX3NpbmdsZSI7YjowO3M6MjE6Indvb19hZF9zaW5nbGVfYWRzZW5zZSI7YjowO3M6MTk6Indvb19hZF9zaW5nbGVfaW1hZ2UiO2I6MDtzOjE3OiJ3b29fYWRfc2luZ2xlX3VybCI7YjowO308L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19wYWdlX2Jvb2tpbmdfZGVzYzwvc3Ryb25nPiAtIFVzZSB0aGUgZm9ybSBiZWxvdyB0byByZXNlcnZlIGEgdGFibGUgYXQgb3VyIHJlc3RhdXJhbnQ8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19waXNfaGFyZF9jcm9wPC9zdHJvbmc+IC0gZmFsc2U8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19wb3N0X2NvbnRlbnQ8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19wb3N0X2ltYWdlX3N1cHBvcnQ8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Jlc2VydmF0aW9uczwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19yZXNlcnZhdGlvbnNfYnV0dG9uPC9zdHJvbmc+IC0gQm9vayBPbmxpbmU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19yZXNlcnZhdGlvbnNfaGVhZGluZzwvc3Ryb25nPiAtIFJlc2VydmF0aW9uczwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Jlc2VydmF0aW9uc190ZXh0PC9zdHJvbmc+IC0gKzIzIDQ1NiA3ODk8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19yZXNpemU8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcnNzX3RodW1iPC9zdHJvbmc+IC0gZmFsc2U8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19zZXR0aW5nc19jdXN0b21fbmF2X2FkdmFuY2VkX29wdGlvbnM8L3N0cm9uZz4gLSB5ZXM8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19zZXR0aW5nc19jdXN0b21fbmF2X3ZlcnNpb248L3N0cm9uZz4gLSAxLjAuMjE8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19zZXR0aW5nc193b29fcmF0aW5nc192ZXJzaW9uPC9zdHJvbmc+IC0gMC4xPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2hvcnRuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gd29vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2hvd19jYXJvdXNlbDwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19zaG93X3ZpZGVvPC9zdHJvbmc+IC0gZmFsc2U8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19zaW5nbGVfaGVpZ2h0PC9zdHJvbmc+IC0gMTgwPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX3dpZHRoPC9zdHJvbmc+IC0gMjUwPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2xpZGVyX2F1dG88L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NsaWRlcl9pbnRlcnZhbDwvc3Ryb25nPiAtIDQ8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19zbGlkZXJfc3BlZWQ8L3N0cm9uZz4gLSAwLjY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19zdGFydGVyc190ZXJtX2lkPC9zdHJvbmc+IC0gMjQ0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc3Vic2NyaWJlX2VtYWlsPC9zdHJvbmc+IC0gPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGFibGVfdmVyc2lvbjwvc3Ryb25nPiAtIDEuMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGV4dHRpdGxlPC9zdHJvbmc+IC0gZmFsc2U8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb190aGVtZW5hbWU8L3N0cm9uZz4gLSBHYXpldHRlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGh1bWJfYWxpZ248L3N0cm9uZz4gLSBhbGlnbmxlZnQ8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb190aHVtYl9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RodW1iX3NpbmdsZV9hbGlnbjwvc3Ryb25nPiAtIGFsaWducmlnaHQ8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb190aW10aHVtYl91cGRhdGU8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb190eXBvZ3JhcGh5PC9zdHJvbmc+IC0gZmFsc2U8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb191cGxvYWRzPC9zdHJvbmc+IC0gYTozOntpOjA7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5zY3VvbGFjb29wLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvNS1sb2dvLnBuZyI7aToxO3M6NTk6Imh0dHA6Ly93d3cuc2N1b2xhY29vcC5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6MjtzOjg0OiJodHRwOi8vd3d3LnNjdW9sYWNvb3AuaXQvd3AtY29udGVudC93b29fdXBsb2Fkcy8zLWRlZmluaXRpdm9fc2N1b2xhX2Nvb3BfbGlnaHRfLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gMzYwIGdyYWRpPC9saT48L3VsPg==