Categorie | Blog, privato

Un’esperienza di vita professionale

Pubblicato da Marcella La Rocca, Unicoop Firenze

Questo più che un articolo vuole essere una riflessione, una condivisione rispetto al mio “vissuto” in cooperativa fino ad oggi.

Tutto nasce nell’Aprile del 2011, quando un’agenzia di somministrazione mi contatta per un lavoro. L’impegno era inizialmente di due mesi, fino all’estate , in Direzione RU, ufficio formazione, azienda : Unicoop Firenze.

Amici, parenti , tutti super entusiasti, fra congratulazioni e complimenti, non smettevano di dirmi che di questi tempi ero stata molto fortunata. Io non capivo, mi sembrava normale, tutto questo entusiasmo perché? In fin dei conti era solo un lavoro, un’esperienza come tante altre …

Da li a poco le cose per me iniziarono a cambiare, a prendere una piega diversa. Dai due mesi iniziali, passammo a quattro, sei , fino ad arrivare a un anno. Anche il lavoro in ufficio cambiava, pian piano acquisivo sempre più responsabilità e autonomia.

Il mio lavoro in cooperativa è iniziato quando al suo interno stavano cambiando molte cose . In questo periodo storico, di crisi economica e non solo, anche Unicoop Firenze ha sentito il bisogno di rinnovarsi e di affermare con più forza valori e radici che la caratterizzano e la distinguono dalle altre aziende.

In questo il mio settore ( Formazione e cambiamento organizzativo ) ha avuto un ruolo strategico, di notevole importanza, noi del resto siamo i promotori del cambiamento. Diversi sono stati i progetti che abbiamo realizzato e che tutt’ora stiamo portando avanti. Il centro di tutto è la distintività cooperativa e i valori che la caratterizzano.

Particolare rilievo hanno avuto le attività svolte per il progetto “ Cultura dell’impresa cooperativa”, progetto che ha l’obiettivo di dare a tutti , “vecchi” e “nuovi”, quel senso di orgoglio che deriva dal lavorare per gli altri, per l’interesse generale, comune. Accedi per continuare a leggere il post

This post was written by:

- who has written 746 posts on Scuola Coop Montelupo.


Contact the author

I commenti sono chiusi.